Ti trovi in:

Tributi, Canoni e Tariffe » IMIS

IMIS

di Mercoledì, 18 Novembre 2015

L’ IM.I.S. è la nuova imposta sugli immobili che, introdotta dalla L.P. 14 del 30 dicembre 2014, artt. 1-14 e disciplinata dal Regolamento comunale approvato con delibera consiliare n. 5 dd. 09/04/2015, va a sostituire l’I.MU.P. e la TA.S.I.

Il Comune di Sporminore, per l’anno 2015, invia a ciascun contribuente il prospetto riportato sul retro, indicante l’elenco degli immobili posseduti - popolato sulla base dei dati presenti nei propri archivi (aggiornati al 01 gennaio 2015) - e il modello F24 riportante gli importi per codice di pagamento relativi alla rata unica, da versare entro il 16 dicembre 2015.

Si precisa che eventuali modifiche catastali (passaggi di proprietà – vendite – acquisti – donazioni - successioni, ecc.) intervenute dopo il 01 gennaio 2015 possono NON essere state prese in considerazione nell’elaborazione dei conteggi. E’ quindi opportuno che ogni contribuente verifichi la correttezza dei dati della situazione immobiliare indicata nel dettaglio del conteggio allegato alla presente.

Qualora il contribuente avesse diritto ad agevolazioni/esenzioni ed il modello precompilato non le avesse considerate, è necessario contattare l’ufficio tributi al fine di provvedere, mediante apposita comunicazione, alla sistemazione della propria posizione. Si evidenzia infatti che alcune particolari situazioni possono non essere a conoscenza del Comune se non dichiarate direttamente dal contribuente.

Si segnala inoltre che il pagamento dell’importo indicato nel modello allegato, qualora sia stato fatto un errore di calcolo, non impedisce al Comune di recuperare successivamente la differenza d’imposta dovuta ma impedisce al Comune l’applicazione di sanzioni e interessi, fatto salvo il caso per il quale l’errore sia causato da variazioni intervenute dopo la data sopra indicata e/o il caso di omissioni da parte del contribuente. In questi ultimi casi verranno applicate anche le sanzioni di legge e gli interessi.

Si ricorda che si tratta di imposta in autoliquidazione, pertanto, spetta al cittadino attivarsi per il corretto assolvimento dell’imposta.

Nel caso in cui comunque vengano rilevati dei dati o una situazione non aggiornata, La invitiamo a rivedere il conteggio dell’imposta dovuta ed a segnalare le variazioni all’ufficio tributi, che è a disposizione per fornirLe eventuali chiarimenti o ulteriori precisazioni.

Il contribuente che non ricevesse il modello precompilato, oppure lo ricevesse oltre il termine di versamento, può effettuare il pagamento dell’imposta entro 30 giorni dalla scadenza senza incorrere in sanzioni, oltre tale termine dilazionato, la responsabilità rimane interamente a suo carico.

Immagine decorativa

In questa sezione viene messo a disposizione dei contribuenti l'applicativo per il calcolo autonomo dell'imposta.

Calcolatore IMIS
Questionario di gradimento
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?

Inserisci il codice di sicurezza che vedi nell'immagine per proteggere il sito dallo spam